Guida introduttiva

Guida rapida all’implementazione della console KSAT

In evidenza
Note:Entra a far parte della community KnowBe4. Nella community puoi creare dei legami, condividere conoscenze e collaborare a nuove idee con altri admin, partner e dipendenti. Per ulteriori informazioni, consulta la Guida alla community KnowBe4.

Questo articolo descrive le fasi da seguire per implementare la formazione sulla consapevolezza della sicurezza e i test di phishing simulato nella console KSAT. Per saperne di più, leggi le sezioni qui di seguito.

Suggerimento per ulteriori informazioni sull’implementazione della console KSAT, ti consigliamo di leggere l’articolo Programma automatizzato di consapevolezza della sicurezza (ASAP) oppure l’articolo Guida alle buone prassi: come integrare efficacemente KnowBe4 nell’organizzazione.

Vai a:

Fase 1. Aggiungere gli utenti

Fase 2. Condurre un test di phishing baseline

    Campagna di prova preliminare

    Stabilire una baseline

    Inviare un test baseline al proprio team IT

Fase 3. Formare gli utenti

Fase 4. Condurre campagne di phishing e di formazione continue

    Suggerimenti per le campagne di phishing continue

    Suggerimenti per la formazione continua 

 

Fase 1. Aggiungere gli utenti

L’aggiunta di utenti alla console KSAT ti permette di inviare loro e‑mail di phishing simulato e di iscriverli alle campagne di formazione. È possibile aggiungere utenti alla console KSAT in diversi modi. Rivedi le opzioni e gli articoli correlati indicati qui di seguito:

Fase 2. Condurre un test di phishing baseline

Prima di avviare un programma consapevolezza della sicurezza, ti consigliamo vivamente di inviare un test di phishing baseline a tutti i tuoi utenti. Puoi utilizzare questo test come punto di partenza per il tuo programma di consapevolezza della sicurezza.

Per ulteriori informazioni sulla procedura per realizzare un test di phishing baseline, leggi le sezioni seguenti oppure guarda il video Campagna di phishing baseline in un minuto (clic).

Importante: prima di iniziare questa fase, assicurati di aver inserito nell’elenco degli elementi consentiti del tuo ambiente e‑mail gli indirizzi IP o i domini di KnowBe4. Per ulteriori informazioni su come inserire il tuo client e‑mail e i filtri antispam nell’elenco elementi consentiti, usa la nostra Procedura guidata per l’inserimento nell’elenco elementi consentiti o leggi l’articolo Inserire nell’elenco elementi consentiti i dati e le informazioni sui filtri anti-spam.

Campagna di prova preliminare

Prima di creare una campagna di phishing baseline per i tuoi utenti, ti consigliamo di eseguire almeno una campagna di prova limitata a un piccolo gruppo di utenti, ad esempio il tuo team IT.

Questa campagna di prova preliminare serve per verificare che l’elenco elementi consentiti sia configurato correttamente e che le e‑mail superino i filtri antispam e i firewall.

Questa campagna preliminare ti permetterà inoltre di tenere traccia nel tuo account dei clic e delle altre infrazioni dei test di phishing. Fai clic sul link di phishing simulato nell’e‑mail di prova per assicurarti che le infrazioni siano tracciate nel tuo account. Per ulteriori informazioni, leggi l’articolo Creare e gestire le campagne di phishing o l’articolo Come monitorare e verificare le campagne di phishing.

Suggerimento una volta terminato il test preliminare, elimina o nascondi la campagna in modo che non interferisca con i tuoi rapporti o con il Punteggio di rischio.

Stabilire una baseline

Dopo aver verificato che la campagna per test di phishing preliminare ha funzionato a dovere, dovrai creare una campagna per test di phishing baseline per tutti i tuoi utenti. Questo test mostrerà la percentuale Phish-prone iniziale della tua organizzazione. Considera la percentuale Phish-prone iniziale come il tuo punto di partenza. Usa questa percentuale Phish-prone iniziale per misurare il successo del tuo piano di formazione sulla consapevolezza della sicurezza.

Per conoscere i nostri consigli per impostare la tua campagna di phishing baseline, leggi l’articolo Qual è il metodo migliore per impostare un test baseline oppure l’articolo Quale e‑mail usare per il test baseline iniziale.

Inviare un test baseline al proprio team IT

Un’altra opzione che potresti prendere in considerazione è quella di inviare due test di phishing baseline: uno al reparto IT o help desk e uno distinto al resto dei dipendenti. In questo modo, quando il resto dei dipendenti inizierà a segnalare le e‑mail sospette, i dipendenti del reparto IT o dell’help desk saranno al corrente della situazione e avranno anche avuto la possibilità di partecipare alla valutazione baseline. Inoltre, questo è un ottimo modo per verificare che i nostri server di posta siano stati inseriti nell’elenco elementi consentiti in modo efficace e che il test baseline raggiunga la posta in arrivo di tutti.

Fase 3. Formare gli utenti

Per la campagna di formazione sulla consapevolezza della sicurezza iniziale, ti consigliamo di iscrivere tutti i tuoi utenti al corso di 45 minuti sulla consapevolezza della sicurezza di Kevin Mitnick o a un altro corso completo. Per conoscere i contenuti formativi disponibili, consulta la nostra Guida a ModStore e alla Libreria

Per conoscere i nostri consigli per impostare la tua prima campagna di formazione, leggi l’articolo Creare la prima campagna di formazione sulla consapevolezza della sicurezza

Per ulteriori informazioni su come condurre le campagne di formazione, fai clic sui link in basso: 

Fase 4. Condurre campagne di phishing e di formazione continue

Condurre campagne di phishing e di formazione continue è essenziale per permettere alla tua organizzazione di gestire il problema del phishing e dell’ingegneria sociale.

Per integrare KnowBe4 nella tua organizzazione puoi scegliere tra tre piani di riferimento: Alta consapevolezza, Media consapevolezza e Bassa consapevolezza. Questi piani sono classificati in base ai livelli di consapevolezza. Il livello di consapevolezza della tua organizzazione si basa sul livello di maturità che vuoi raggiungere con il tuo programma di consapevolezza della sicurezza.  Per ulteriori informazioni sui diversi livelli di consapevolezza, leggi l’articolo Guida alle buone prassi: come integrare efficacemente KnowBe4 nell’organizzazione.

Se hai dubbi su quale sia il piano giusto per te, dai un’occhiata ad alcune delle nostre raccomandazioni generali per la formazione sulla consapevolezza della sicurezza nelle seguenti sezioni secondarie. 

Suggerimenti per le campagne di phishing continue 

Come requisito minimo, ti consigliamo di inviare un test di phishing a tutti i tuoi utenti su base mensile. Puoi farlo creando una campagna di phishing mensile secondo i seguenti criteri:

  • Includi più categorie di e‑mail e diversi tipi di test di phishing.
  • Distribuisci le e‑mail su un periodo più lungo, ad esempio una settimana. In questo modo gli utenti non sapranno quando riceveranno un test di phishing.
  • Aggiungi gli utenti che non superano il test di phishing a un gruppo di formazione correttiva

Oltre ai test di phishing mensili per tutti gli utenti, ti consigliamo di impostare ulteriori test per i reparti ad alto rischio o per i dipendenti più vulnerabili agli attacchi di phishing.

Per sapere come determinare quali sono i reparti o i dipendenti che rappresentano il massimo rischio per l’organizzazione, consulta la nostra Guida al Virtual Risk Officer (VRO) e al punteggio di rischio.

Per saperne di più sulla creazione e la personalizzazione delle campagne di phishing, leggi i seguenti articoli:

Suggerimenti per la formazione continua

Di seguito troverai i nostri consigli sulle azioni minime da adottare per condurre la formazione continua sulla consapevolezza della sicurezza in qualsiasi organizzazione:

Non trovi quello che stai cercando?

Contatta l’assistenza